Enrico Marrucci

È nato a Wilmington negli USA da genitori italiani e, dopo la laurea e il dottorato in Ingegneria Chimica a Napoli, inizia la sua carriera con la vittoria nel concorso di Spoleto nel 1996. Dopo il debutto in Falstaff (Ford) a Spoleto è stato scritturato presso molti dei più importanti teatri italiani, come Torino, Genova, Trieste, Palermo, Roma, Napoli, Verona, Cagliari, Firenze, Catania e all’estero in Dresda, Valladolid, Bonn, Kiel, Vienna, Montecarlo, Rio de Janeiro, Dublino, Atene, Tours, Montpellier, dividendo la scena con importanti cantanti: Carreras, Kabaivanska, Raimondi, Alagna, Dessì, Dara, Corbelli, Sumi Jo, Serra. Ha inoltre lavorato con importanti direttori come Zubin Mehta, Renato Palumbo, Nello Santi, Fabio Luisi, Gianluigi Gelmetti, Evelino Pidò, José Cura. Il suo repertorio include ruoli brillanti, come Malatesta, Belcore, Leporello, Papageno, Marcello, Silvio, Sharpless, Ping, Falke, Escamillo, Ford, Valentin, Gugliemo, John Plake, Melitone, Faninal, Harlekin, Mercutio, ma anche verdiani e altri ruoli drammatici come Conte di Luna, Renato, Nabucco, Rodrigo, Amonasro, Jago, Ezio, Germont, Macbeth, Don Carlo in Forza, Tonio, Scarpia, Zurga, i 4 cattivi in Hoffmann, Jack Rance. Ultimamente è stato impegnato come Figaro nel Barbiere al Teatro Regio di Torino, Jack Rance al Teatro Giglio di Lucca, Scarpia nel Teatro di Astrakhan e in quello di Craiova dove è stato anche Amonasro in Aida. Nella corrente stagione è stato Belcore in Elisir d’Amore al Regio di Torino e al Verdi di Trieste, Nabucco in concerti in Svizzera e Sharpless in Madama Butterfly al Bellini di Catania. Alcune sue rappresentazioni sono state pubblicate in DVD, con TDK (L’elisir d’amore) e Deutsche Grammophon (Pagliacci con Roberto Alagna) e CD, con la Kicco Music (La Rondine e Les Contes D’Hoffmann).