Daniele Adriani

Tenore

Inizia la sua carriera artistica da bambino nel Coro di Voci Bianche di Musica per Roma sotto la direzione del M°Claire Gibault. Nel 2001 è Pollicino nell’omonima opera di H.W. Henze con la regia di Daniele Abbado; nel 2002, Hansel (Hansel und Gretel di E. Humperdinck) al Teatro Nazionale di Roma con la regia di Simona Marchini, l’Enfant (L’enfant et les Sortileges di M. Ravel) al Theatre du Chatelet di Parigi
e il Pastorello nella Tosca di G. Puccini firmata da Franco Zeffirelli e portata in tournée a Mosca dal Teatro dell’Opera di Roma. Dopo la laurea in Economia Aziendale conseguita presso l’Università di Roma Tre, riprende gli studi di canto con il tenore Enzo Tei e frequenta l’Opera Studio all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, diretto dal soprano Renata Scotto. Continua il suo perfezionamento presso l’Accademia d’arte lirica di Osimo diretta dal M° Vincenzo De Vivo, e tramite questa partecipa ad un scambio culturale Italia-Russia presso lo Young Artist Programme del Bolshoi Theatre di Mosca. Nel 2016 è Gigione nel Re Enzo di O. Respighi per il XVI Festival Pergolesi Spontini di Jesi, e Il Presidente (Aldo Moro) nell’opera Un’infinita primavera attendo di S. Cappelletto con musiche di D. Carnini, eseguita in prima assoluta per il centenario dalla nascita di Aldo Moro su commissione dell’Accademia Filarmonica Romana e dell’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani. Nel 2017 è Gastone ne La Traviata di G. Verdi, Il giovane di piacere nell’opera contemporanea di L. Gregoretti Il Colore del Sole tratta dall’ omonimo romanzo di A. Camilleri al Teatro Comunale “Luciano Pavarotti” di Modena, Raimondo e Il Commendatore nel dittico di N. Rota I due timidi e La notte di un nevrastenico per il IX Reate Festival e Tancredi nei madrigali drammatici Il combattimento di Tancredi e Clorinda di C. Monteverdi e Tancredi appresso il combattimento di C. Ambrosini su drammaturgia di V. De Vivo, eseguito in prima assoluta per il 54o Festival di Nuova Consonanza. Nel 2018, dopo il conseguimento del Diploma accademico di II livello in Canto nel Teatro Musicale presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, sotto la guida del docente Anna Vandi, è Tamino nel Die Zauberflöte e Ferrando in Cosi fan tutte di W. A. Mozart, Borsa in Rigoletto di G. Verdi, Il Cavaliere ne Le metamorfosi di Pasquale di G. Spontini e Il Marchese di Carabà nell’opera Il gatto con gli stivali di N. Scardicchio presso il Teatro Petruzzelli di Bari. Nel 2019 debutterà al Teatro Regio di Torino con il Pinocchio di P. Valtinoni e parteciparà al progetto Suoni di Fratellanza con la World Youth Orchestra cantando la parte del tenore solista nella Sinfonia No 9 di L. Beethoven al Teatro Nazionale di Sarajevo.