Alberto Zanetti

Baritono

Si diploma in canto presso il conservatorio Cesare Pollini di Padova e si perfeziona con il contralto Donatella Vigato e il soprano Katia Ricciarelli. Nel 2006 si aggiudica il primo premio al 5° Concorso Lirico Internazionale di Conegliano Veneto ed il primo premio nella sezione dedicata a Venezia, oltre che il terzo premio nella sezione dedicata al compositore Pier Adolfo Tirindelli. Nel 2011 debutta nel Il Barbiere di Siviglia di Rossini al Concorso Spiros Argiris di Sarzana. Nel febbraio 2015 debutta nel ruolo di Bartolo al Teatro Victoria Eugenia di San Sebastian. Al Teatro Victoria Eugenia tornerà poi nel 2017 per ricoprire il ruolo di Alidoro ne La Cenerentola di Rossini. Ha interpretato Colas nel Bastien und Bastienne, il Conte e Figaro ne Le Nozze di Figaro, Don Giovanni nel ruolo eponimo per la regia di Katia Ricciarelli e Leporello nel Don Giovanni Trionfante per il Teatro Pavarotti di Modena. Nel 2008 è il Conte Robinson ne Il Matrimonio Segreto di Cimarosa al Teatro Malibran per il Teatro La Fenice di Venezia. Al Teatro La Fenice si esibisce di nuovo nel 2013 in occasione del Galà della Cavalchina a Fianco a nomi quali Josè Carreras e Katia Ricciarelli. Al Teatro Olimpico di Vicenza ha interpretato Haly ne L’Italiana in Algeri di Rossini per la Regia di Damiano Michieletto e Norton ne La Cambiale di Matrimonio di Rossini e Il Maestro in Prima la Musica e poi le Parole di Salieri. È Belcore e Dulcamara ne L’Elisir d’Amore di Donizetti per la regia di Katia Ricciarelli. Sempre di Donizetti, ricopre il ruolo di Gasparo nella Rita in occasione dei concerti di apertura del Festival Donizetti di Bergamo. Inoltre il Conte di Ceprano nel Rigoletto di Verdi al Teatro Goldoni di Livorno, al Sociale di Rovigo e al Comunale di Vicenza; Montano ne l’Otello di Verdi al teatro sociale di Rovigo, Livorno, Pisa, Ravenna, Lucca, Trento e Savona; Dumas in Andrea Chenier di Giordano al Teatro Sociale di Rovigo, Livorno, Savona; Ivan e Il Grande Inquisitore nel Candide di Bernstein per il progetto Opera Studio dei Teatri di Lucca, Livorno, Pisa, Ravenna diretto da Elio Boncompagni per la regia di Michal Znaniecki; Le Duc de Verone in Roméo et Juliette di Gounod con la regia di Andrea Cigni al Teatro di Pisa, Ravenna e Trento; Biscroma ne Le Convenienze e le Inconvenienze Teatrali di Donizetti al Teatro di Pisa, Lucca e Livorno diretto da Federico Maria Sardelli per la regia di Saverio Marconi; Il Dancairo nella Carmen di Bizet al Teatro Goldoni di Livorno, al Giglio di Lucca e al Verdi di Pisa per la regia di Francesco Esposito e la direzione di Carlo Goldstein; Schaunard in La Bohème al Teatro dell’Opera di Stato di Plovdiv con successiva tournée in Benelux diretto da Marco Moresco per la regia di aria Elena Mexia. Nel Dicembre 2014 interpreta in prima mondiale il ruolo di Muzio ne Il Canto Dell’Amore Trionfante di Paolo Coletta e diretto da Nathalie Marin al Teatro Coccia di Novara. Lo stesso ruolo è ricoperto nel maggio 2016 al Palace of Culture “Asim Vokshi” di Gjakova con la Kosovo Philharmonic Orchestra. Nel maggio 2018 partecipa al progetto ministeriale “MettiAMOci alL’OPERA” interpretando la Petite Messe Solennelle di Rossini e allo spettacolo Benvenuti a casa Rossini per la regia di Davide Garattini Raimondi. Nel luglio 2018 viene scelto per il ruolo di Schaunard al primo concorso Lirica sul Tevere di Orte. Nel maggio 2019 interpreta il ruolo di Spiridione nell’opera in prima assoluta Il Carillon di Giuseppe Vesentini al Teatro Filarmonico di Verona per la regia di Katia Ricciarelli e Sandro Corelli e la direzione di Sergio Baietta. Nel repertorio sacro e oratoriale ha interpretato Requiem di Mozart, Messiah di Haendel e Messa in Si minore di Bach.